21.01.2022

Legge di Bilancio e decreto Milleproroghe 2022: cosa cambia nel Terzo settore?

Principali novità introdotte dai seguenti interventi legislativi:

LEGGE 30 dicembre 2021, n. 234 (Bilancio di bilancio dello Stato 2022)

PROROGA DELLA DISCIPLINA DELL’IVA PER LE ASSOCIAZIONI
Il primo degli interventi più rilevanti per il Terzo settore è la proroga al 1° gennaio 2024 dell’entrata in vigore delle disposizioni di modifica dell’Iva (art. 5, commi da 15-quater a 15-sexies dl n. 146 del 2021).

Come noto, il dl n. 146/2021 è intervenuto a modificare il regime fiscale delle attività delle associazioni da escluse a esenti Iva, anche per quelle che non svolgono attività commerciale. Inoltre, in attesa della piena operatività delle disposizioni del codice del Terzo settore, ha previsto di applicare il regime Iva speciale cosiddetto forfetario alle operazioni delle organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale che hanno conseguito ricavi ragguagliati ad anno non superiori a 65 mila euro.

SUPERBONUS EDILIZIO 110%
È introdotta una proroga della misura del Superbonus 110% di riqualificazione energetica, recupero del patrimonio edilizio con scadenze differenziate in base al soggetto beneficiario. In particolare, per le organizzazioni non lucrative di utilità sociale, le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale viene prevista una proroga al 2025 con una progressiva diminuzione della percentuale di detrazione (dal 110% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023 fino al 65% per quelle sostenute nell’anno 2025).

DECRETO LEGGE 30 dicembre 2021, n. 228 (MILLEPROROGHE 2022)

CINQUE PER MILLE ONLUS, APS E ODV
E’ stato stabilito che le disposizioni per il 5 per mille riguardanti le ONLUS, hanno effetto a decorrere dal secondo anno successivo a quello di operatività del Registro unico nazionale del terzo settore (Runts), e quindi dal 1° gennaio 2023.
Tali organizzazioni non lucrative di utilità sociale, iscritte all’anagrafe delle Onlus alla data del 22 novembre 2021, anche se non ancora iscritte al RUNTS, continueranno ad essere destinatarie del cinque per mille fino al 31 dicembre 2022.

Inoltre, le Organizzazioni di volontariato (Odv) e le associazioni di promozione sociale (Aps), coinvolte nel processo di trasmigrazione verso il RUNTS  e che non siano già regolarmente accreditate al cinque per mille nell’esercizio 2021, possono accreditarsi al medesimo nell’esercizio 2022  entro il 31 ottobre 2022.

Accreditamento e soggetti esclusi
Gli Enti del Terzo Settore – escluse le ONLUS e le APS e ODV in corso di trasmigrazione – dovranno accreditarsi al cinque per mille in sede di iscrizione al RUNTS ovvero successivamente, ma non oltre il 10 aprile 2022.
Pertanto, non potranno accreditarsi per accedere al contributo del cinque per mille per il 2022 gli Enti del Terzo settore non iscritti al RUNTS, a meno che non si tratti di ONLUS ovvero APS e ODV in corso di trasmigrazione.
Stante il periodo di 60 giorni che il RUNTS ha a disposizione per l’espletamento della pratica di iscrizione degli enti (articolo 9, decreto 106/2020), i soggetti diversi da ONLUS, APS e ODV che intendano accreditarsi al cinque per mille entro il 10 aprile 2022 dovranno presentare domanda completa e corretta di iscrizione al RUNTS prudenzialmente entro il giorno 8 febbraio 2022.

ASSEMBLEE DI SOCIETA’ ED ENTI IN VIDEOCONFERENZA
Viene rinnovato al 31/07/2022 il termine previsto dal Art. 106, comma 7, D.L. 17 marzo 2020, n. 18, conv. L. 24 aprile 2020, n. 27 (decreto “Cura Italia”) in tema di assemblee societarie da remoto.
Entro il nuovo termine:
– È possibile svolgere in videoconferenza le assemblee nonché le riunioni di consigli di
amministrazione e collegi sindacali di società, associazioni e fondazioni, a prescindere dalle
previsioni statutarie;
– per le società cooperative e le mutue assicuratrici, anche in deroga alle diverse disposizioni statutarie, l’avviso di convocazione delle assemblee ordinarie o straordinarie può prevedere che il voto venga espresso in via elettronica o per corrispondenza.

 

Terzo Settore