19.09.2020

Pubblicato in Gazzetta il nuovo “5 per mille”

Dopo la registrazione da parte della Corte dei Conti dello scorso 31 agosto è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri riguardante il nuovo 5 per mille.

Fra le novità l’innalzamento a 100 euro della soglia minima incassabile, l’accelerazione delle procedure di riparto e le modalità di rendicontazione da parte degli enti.

Prima di rimandare all’articolo che VITA Magazine ha pubblicato il 18 settembre, precisiamo quanto segue:

Le disposizioni relative ai nuovi beneficiari hanno effetto a decorrere dall’anno successivo a quello di operatività del Registro unico nazionale del Terzo settore. Fino a tale anno la quota del cinque per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche continua ad essere destinata al sostegno degli enti del volontariato e delle altre ONLUS, delle associazioni di promozione sociale, iscritte nei registri, e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, comma 1, lettera a), del d.lgs 460/97.

Vai all’articolo di VITA magazine

5 per mille